Le leggi della Natura
 

Idea balzana sulla relatività e lo spaziotempo

Massimo Soricetti 28 Mar 2015 15:40
Probabilmente è una fesseria, nel qual caso ignorate pure e passate
oltre. Ma comunque è da qualche giorno che ci penso... e insomma mi
piacerebbe avere un feedback.

L'idea è questa: la massa, per il tramite della gravità, deforma lo
spaziotempo. Bene. Ma lo deforma come? Comprimendolo o stirandolo?
Lo spaziotempo in prossimità di un pianeta è più "denso" che lontano da
essa oppure lo è meno?

Ha un qualche senso il concetto di "densità dello spaziotempo"?
Omega 9 Apr 2015 10:14
Luciano Buggio
> Massimo Soricetti
>> ...
> La variazione di una densità, secondo la definizione che di densità
> si dà in fisica (e non solo) presuppone necessariamente che ciò di
> cui si definisce la densità sia costituito di parti discrete,
> "oggetti", cosicchè una densità, da quella di una popolazione a
> quella di un gas, è maggiore di un'altra se nello stesso volume di
> spazio vi sono più particelle (o lasso di tempo più eventi).

Lo si dice anche di un fluido. Del resto 'densità' è semplicemente massa
per unità di volume, quindi vale per tutto.

> Ma, come ho detto, si tratta di un'idea nuova,

Non so se è un'idea nuova. Forse Parmenide ("uno e continuo") ci aveva
già pensato. Fra gli altri poi c'è Cartesio, che definisce 'sostanza'
ciò che riempie lo "spazio", dato che in nessun modo - dice - lo spazio
può essere vuoto.

Che cosa c'è di nuovo nella tua idea?
Luciano Buggio 14 Apr 2015 09:51
Il giorno domenica 12 aprile 2015 00:45:02 UTC+2, Omega ha scritto:
> Luciano Buggio
>> Massimo Soricetti
>>> ...
>> La variazione di una densità, secondo la definizione che di densità
>> si dà in fisica (e non solo) presuppone necessariamente che ciò di
>> cui si definisce la densità sia costituito di parti discrete,
>> "oggetti", cosicchè una densità, da quella di una popolazione a
>> quella di un gas, è maggiore di un'altra se nello stesso volume di
>> spazio vi sono più particelle (o lasso di tempo più eventi).
>
> Lo si dice anche di un fluido. Del resto 'densità' è semplicemente massa
> per unità di volume, quindi vale per tutto.
>
>> Ma, come ho detto, si tratta di un'idea nuova,
>
> Non so se è un'idea nuova. Forse Parmenide ("uno e continuo") ci aveva
> già pensato.

Parmenide parlava dello spazio **fisico**, quello che si può misurare col
metro?

> Fra gli altri poi c'è Cartesio, che definisce 'sostanza'
> ciò che riempie lo "spazio", dato che in nessun modo - dice - lo spazio
> può essere vuoto.


La "sostanza" di Cartesio *è* lo spazio, come dico io, o invece *è contenuta*
nello spazio, che resta quindi per lui un contenitore, anche se non si può
svuotare, come aggiungi? Inoltre questa sostanza (l'etere, suppongo) è per
Cartesio continua, o fatta di particelle?

> Che cosa c'è di nuovo nella tua idea?

Il fatto, ripeto, che attribuisco densità nel continuo allo spazio fisico,
ipotizzandolo come **l'Unico Esistente**.
Sai di altri?

Luciano Buggio
www.lucianobuggio.altervista.org
Omega 15 Apr 2015 10:25
Luciano Buggio
> Il giorno domenica 12 aprile 2015 00:45:02 UTC+2, Omega ha scritto:
>> Luciano Buggio
>>> Massimo Soricetti
>>>> ...
>>> ...
>
> Parmenide parlava dello spazio **fisico**, quello che si può misurare
> col metro?

Parlava di tutto ciò che *è*. Insomma tutto.

>> Fra gli altri poi c'è Cartesio, che definisce 'sostanza' ciò che
>> riempie lo "spazio", dato che in nessun modo - dice - lo spazio può
>> essere vuoto.
>
>
> La "sostanza" di Cartesio *è* lo spazio, come dico io, o invece *è
> contenuta* nello spazio, che resta quindi per lui un contenitore,
> anche se non si può svuotare, come aggiungi?

No, proprio perché non lo confonde con lo spazio euclideo, dice che non
può essere altro che sostanza. Non "riempie" lo spazio ma *è* lo spazio.

> Inoltre questa sostanza
> (l'etere, suppongo) è per Cartesio continua, o fatta di particelle?

Non parla di 'etere' né di particelle, ma non parla neanche di
discontinuità, che sarebbe paradossale.

>> Che cosa c'è di nuovo nella tua idea?
>
> Il fatto, ripeto, che attribuisco densità nel continuo allo spazio
> fisico, ipotizzandolo come **l'Unico Esistente**. Sai di altri?

Ripeto quanto ho appena detto. Se vuoi aggiungo Spinoza, cartesiano
ancora più esplicito di Cartesio sul tema: sostanza, per lui, è tutto
ciò che esiste.
Ma non voglio distoglierti dalla tua ricerca. Volevo solo capire che
cosa c'era di diverso dalle idee di costoro.

Saluti

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Le leggi della Natura | Tutti i gruppi | it.scienza.fisica | Notizie e discussioni fisica | Fisica Mobile | Servizio di consultazione news.